La classificazione dei viventi/categorie sistematiche/Contetto di specie/ il nome scientifico

Buonasera a tutti voi ragazzi!
Ecco la nuova lezione che ci aprirà le porte per conoscere il mondo degli esseri viventi.

Studiate la videolezione, la mappa concettuale sulle categorie sistematiche e le altre immagini che vi aiuteranno a meglio comprendere l’argomento

Come al solito prendete appunti e se non capite qualcosa segnate nel vostro quaderno di scienze il concetto in modo che in classe cercherò di chiarire tutti i dubbi.

classificazione_ viventi - Mappa Concettuale

cat sistematiche imbutinomenclatura binomia es

3 commenti su “La classificazione dei viventi/categorie sistematiche/Contetto di specie/ il nome scientifico

  1. Non è un commento ma una domanda:
    E’ possibile trovare (o fare in modo approssimativo o addirittura immaginario) una tabella che ordini tutti gli esseri viventi, meglio se non suddivisi tra animali, piante ecc., in base alla loro complessità?
    Cerco di spiegarmi: immaginando di valutare i bit necessari per descrivere un cristallo (relativamente pochi) o un protozoo (certamente enormi) o un uomo (forse nemmeno stimabili, ma solo immaginabili con un esponente molto lungo, ma superiore a quello immaginabile per una scimmia o un cavallo)?
    Dovremmo avere un’idea di come l’evoluzione aumenti la concentrazione di informazione nei viventi, ed anche dell’accelerazione incredibile di come ciò accada (l’uomo non potendola più contenere in se stesso o nella specie, ora la accumula in immense banche dati esterne).
    Son sicuro che il grafico tenderebbe all’asintoto molto significativamente.
    Grazie per le notizie, anche se negative.
    Cordiali saluti
    Marco Tullio Tirone (346/2192021)

  2. capovolgilescienze il said:

    E’ una domanda affascinante e ti sei risposto da solo. Ma vista la complessità dei viventi non credo sia possibile. Il DNA è già una combinazione di quattro basi azotate che crea l’incredibile numero di geni è già qualcosa che si avvicina a ciò che hai descritto

  3. Silvie il said:

    Buongiorno sono una professoressa di scienza e ho studiato biologia, quindi volevo rispondere alla domanda posta sopra.
    Di molti esseri viventi è stato mappato completamente il genoma, ovvero conosciamo la disposizione di ogni singola “lettera”(=base azotata) che compone i suoi geni. Questo accade più facilmente per organismi più semplici e con genomi quindi relativamente più piccoli e meno complessi. Gli organismi vengono scelti anche in base a determinate caratteristiche, per esempio se sono spesso utilizzati come organismi modello (come il pesce zebra), o se sono in qualche modo utili all’uomo e alla ricerca.
    Il progetto genoma umano è invece per esempio tuttora in corso.
    Detto questo, esistono appunto enorme banche dati online dove i genetisti possono utilizzare e confrontare i singoli geni o interi genomi di diverse specie.
    Volevo soltanto precisare però che non sempre quello che noi percepiamo come “più evoluto”, corrisponde a un aumento della complessità del genoma. Esistono specie che appunto sembrerebbero ai nostri occhi più evolute, ma che hanno una minore quantità di geni. Quindi si, l’uomo avrà più geni di un topo, ma non è da dare per scontato per gli esseri viventi.

    Concludo ringraziando per il sito, sto cercando ispirazione in questo momento di didattica a distanza e devo dire che apprezzo molto. Grazie!

Lascia un commento